Focus

Assegno mensile di assistenza – Informazioni utili

Sei alla ricerca di informazioni utili sull'assegno mensile di assistenza?

In questa guida ti diremo che cos'è e in che consiste l'assegno mensile di assistenza, a chi spetta e come fare per ottenerlo.

L'assegno mensile di assistenza è stato istituito dall'articolo 13 della Legge 30 Marzo 1971, n.118. Secondo la normativa, l'assegno spetta agli invalidi civili la cui riduzione della capacità lavorativa ammonta ad una percentuale del 74%.

Vediamo ora nel dettaglio tutte le informazioni su questo assegno e su come ottenerlo.

Ecco tutto quello che devi sapere sull'assegno mensile di assistenza

Assegno mensile di assistenza – Che cos'è

Come abbiamo anticipato, l'assegno mensile di assistenza è un'indennità che viene corrisposta dall'INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) a specifiche categorie di soggetti, indicate nella normativa di riferimento.

L'erogazione dell'assegno tiene conto anche del reddito del soggetto, che deve essere inferiore a specifiche soglie.

A chi spetta l'assegno

L'assegno mensile di assistenza è rivolto agli invalidi civili parziali. Le condizioni per avere diritto all'assegno sono:

  • Età compresa fra i 18 e i 65 anni e 7 mesi. Nella provincia autonoma di Bolzano l'assegno è previsto anche per i minori in alternativa all'indennità di frequenza;
  • Avere la cittadinanza italiana ed essere residente sul territorio;
  • Avere la cittadinanza comunitaria ed essere iscritto all'anagrafe del Comune di residenza;
  • Essere cittadino extracomunitario in possesso di regolare permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo;
  • Avere un'invalidità compresa tra il 74 e il 99%;
  • Avere un reddito annuo non superiore a quota 4.800,38 €;Non svolgimento di attività lavorativa, salvo rari casi. Nella provincia autonoma di Bolzano tale condizione non è richiesta.

Condizioni di incompatibilità dell'assegno

L'assegno mensile di assistenza è incompatibile con tutte le pensioni di invalidità. Il soggetto può scegliere la proposta più vantaggiosa, ma tale scelta è irrevocabile per l'INPS.  Fanno eccezione i titolari di rendita INAIL per i quali l'opzione non provoca rinuncia al diritto, bensì la sospensione dell'erogazione del servizio.

Se l'incompatibilità si manifesta dopo la concessione dell'assegno mensile di assistenza, l'interessato dovrà obbligatoriamente comunicarlo all'INPS entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento con il quale gli viene riconosciuto il trattamento di invalidità incompatibile da parte di un altro ente.

L'assegno viene erogato per 13 mensilità e l'importo, per l'anno 2017, è pari a 279,47 €.

In condizioni di reddito particolari, l'assegno può essere maggiorato su base mensile secondo i parametri fissati dal legislatore.

Assegno mensile di assistenza – Raccontaci la tua storia

Pensi di avere diritto ad un assegno mensile di assistenza ma non ti è stato riconosciuto?

Raccontaci la tua storia: siamo a Roma, Bologna e Milano per raccogliere le tue istanze ed aiutarti a far valere i tuoi diritti.

Per ricevere ulteriori informazioni, contattaci o chiama il numero verde 800.700.802

Numero Verde: 800 700 802
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2016 Sportello Legale Sanità SRL - P.IVA 11943161007 - Privacy Policy
Powered by FluidaMente | Smart Web Communication