Focus

Pensione sordomuti - Chi ne ha diritto e come fare domanda

Stai cercando informazioni a proposito di pensione sordomuti e indennità di comunicazione?
Se hai bisogno di sapere di più in merito all’importo della pensione invalidità o su come ottenere l’assegno mensile invalidi civili parziali, piuttosto che la pensione di cecità o, appunto, l’indennità di comunicazione e pensione legge 381 70, ecco che allora sei arrivato sul sito giusto dove ottenere le risposte e i servizi che ti servono.

In questo articolo ci concentreremo nel darti specifiche informazioni sulla pensione per sordomuti, avendo già trattato in chiave più omnicomprensiva il tema della pensione di invalidità.

Andiamo quindi a vedere, senza indugiare oltre, tutto ciò che è importante sapere.

Informazioni utili sulla pensione per sordomuti

Ad istituire l’assegno mensile di assistenza per sordomuti era stata innanzitutto la legge n.381 del 26 maggio 1970. Misura economica denominata a tutti gli effetti “pensione” per sordomuti grazie all’art. 14 septies della legge n.33 del 29 febbraio 1980.

Inoltre, più recentemente, l’articolo 1 della legge n.95 del 20 febbraio 2006, ha sancito la sostituzione della definizione di “sordomuto” con il termine “sordo”.

Che cos'è la pensione sordomuti

La pensione per sordomuti è una prestazione economica assistenziale riservata a chi è sordo dalla nascita o lo è diventato nel corso della crescita (fino a 12 anni). È rivolta ai sordi in difficoltà economica, che rientrano in una fascia di reddito stabilita ogni anno dalla legge.

Andiamo adesso a verificare a quanto ammonta per la pensione di invalidità civile il reddito richiesto nel caso specifico che ci interessa.

Per quanto riguarda la pensione sordomuti 2017, il tetto di reddito fissato per accedere al ottenimento dell’assegno è di 16.532,10 euro e prevede il riconoscimento di un importo mensile di 279,47 euro per 13 mensilità.

Va ricordato che a partire dal compimento dei 65 anni e 7 mesi la pensione per sordomuti viene sostituita con l’assegno sociale.

Per ottenere il riconoscimento e l’assegnazione della pensione  per sordomuti è necessario inoltrare domanda all’INPS, attraverso PIN online e codice identificativo obbligatorio. Operazione per la quale è consigliabile rivolgersi all’assistenza e ai servizi telematici offerti da esperti nel settore.

A seguito dell’inoltro della domanda parte l’iter di accertamento dei requisiti sanitari.

Occorre inoltre sapere che l’INPS mette a disposizione due diverse indennità economiche a favore dei sordi. Oltre la pensione, infatti, eroga anche la cosiddetta indennità di comunicazione, che prevede requisiti di accesso differenti, che non prendono in considerazione la situazione economica reddituale del richiedente.

L’importo mensile riconosciuto per indennità di comunicazione 2017 è pari a 255,79 euro per 13 mensilità.

Se invece ti stai chiedendo se esiste una pensione anticipata per sordomuti o dei particolari benefici rilevanti ai fini del trattamento pensionistico, devi sapere che a decorrere dal 2002, grazie alla legge n.388 del 23 dicembre 2000, è possibile riconoscere ai lavoratori sordomuti, e a quelli che presentano un’invalidità superiore al 74%, due mesi di contribuzione figurativa per ogni anno di servizio svolto in aziende private, amministrazioni pubbliche o cooperative, fino ad un cumulo massimo di 5 anni.

Requisiti pensione

Per avere diritto alla pensione per sordomuti, è necessario vedersi riconosciuti i seguenti requisiti:

  • Aver compiuto la maggiore età (18 anni) e non aver superato i 65 anni e 7 mesi;
  • Sordità congenita o acquisita entro i 12 anni di età con presenza ipoacusia pari o superiore a 75 decibel nell’orecchio migliore;
  • Avere una situazione di bisogno economico;
  • Avere la cittadinanza italiana;
  • Nel caso di cittadini stranieri comunitari occorre essere iscritti all’anagrafe del comune di residenza;
  • In caso di cittadini stranieri comunitari, è necessaria l’iscrizione all’anagrafe del comune di residenza;
  • Nel caso di cittadini extracomunitari, occorre essere in possesso del permesso di soggiorno di almeno un anno, secondo quanto previsto dall’art. 41 del testo unico sull’immigrazione.

Ecco invece i requisiti necessari per la ottenere l’indennità di comunicazione per sordi 2017:

  • Nel caso in cui il richiedente non avesse ancora superato i 12 anni di età, la soglia uditiva deve corrispondere ad una ipoacusia pari o superiore a 60 decibel;
  • Nel caso in cui il richiedente avesse già superato i 12 anni di età, l’ipoacusia deve essere pari o superiore a 75 decibel, ma occorre anche dimostrate l’origine del problema risalga a prima del compimento del dodicesimo anno di età;
  • Cittadini italiani e residenti in Italia.

Indennità per sordomuti: raccontaci la tua storia

Ritieni di avere diritto ad una pensione per sordomuti o una indennità di comunicazione e vuoi fare domanda per ottenerla?

Raccontaci la tua storia: siamo presenti a Roma, Milano e Bologna per ascoltare le tue istanze ed aiutarti a far rispettare i tuoi diritti.

Numero Verde: 800 700 802
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2016 Sportello Legale Sanità SRL - P.IVA 11943161007 - Privacy Policy
Powered by FluidaMente | Smart Web Communication